“La posición ecuatoriana es no involucrarnos en un conflicto que no es nuestro” dice el Presidente Correa

El Presidente Correa: “la posición ecuatoriana es no involucrarnos en un conflicto que no es nuestro”

Quito, 18 de junio de 2008.- El Presidente de la República, Rafael Correa, reiteró hoy que la posición del Gobierno ecuatoriano “es no permitir que suelo ecuatoriano sea hollado por ninguna fuerza extranjera regular o irregular. Nuestra decisión ha sido no involucrarnos en un conflicto que no es nuestro, solidarizarnos con Colombia y buscar una salida pacífica y diplomática”, dijo.

Así lo respondió el Jefe del Estado al periodista Quinto Lucas quien le consultó “sobre una supuesta reunión encabezada por el Jefe del Ejército peruano, Edwin Donaire y los jefes de los Ejército de Ecuador y Perú quienes habrían coordinado acciones conjuntas para combatir a las FARC porque son un enemigo común”.

En este sentido, el Presidente Correa dijo desconocer de esta cita y se comprometió a averiguar esa reunión. Además reiteró que “la posición del Gobierno y del país es no involucrarnos en un conflicto que no es nuestro pero eso sí jamás permitiremos que cualquier fuerza regular o irregular extranjera ose hollar el suelo patrio”.

One thought on ““La posición ecuatoriana es no involucrarnos en un conflicto que no es nuestro” dice el Presidente Correa

  1. DENUNCIA SETTA DEI PETROLIERI, MORATTI, TEMPLARI

    Mi fai girare questa denuncia anche facendola partire da un indirizzo mail anonimo a tutta la tua mailing list o solo a quelli che vuoi tu perfavore conservando questa dicitura in modo che anche i destinatari possano a loro volta rispedire la mail?

    From: Domenico Schietti
    Sent: 31/5/2008 7:53:47 AM
    To: carabinieri@carabinieri.it;urp.mi@poliziadistato.it
    Subject: DENUNCIA SETTA DEI PETROLIERI, MORATTI, TEMPLARI

    CARISSIMI

    Volevo comunicarvi che con le foglie, le potature invernali degli alberi e gli scarti di lavorazione agricole si può fare bioetanolo utilizzabile al posto della benzina senza modificare i motori delle macchine.

    Ma la setta degli ingegneri scientisti ci fa credere che serva oltre il 70% dei terreni italiani coltivabili a mais per sopperire al fabbisogno italiano di bioetanolo per auto e quindi che non si avrebbe più cibo.

    Ma è una fesseria, il bioetanolo viene fatto con gli scarti di produzione, per esempio con le foglie e la potatura invernale dei peschi, dei ciliegi, degli aranci, dei kiwi.

    Inoltre le montagne sono pieni di boschi con foglie, aghi di pino, ricci di castagne, ghiande, rametti, 100 kg di foglie hanno lo stesso potere calorifico di 50 lt di petrolio.

    Io oggi avrei potuto andare in un bosco e raccogliere 30 mila euro di foglie e biomassa senza toccare una sola pianta viva, e stasera andarmene in giro con un Porsche a bioetanolo col paraurti rinforzato a misura standard, ma nessuno mi compra foglie, vivo in povertà perserguitato, ed invece che aiutarmi mi radono al suolo i miei boschi come a Tavarone.

    In compenso vengono distrutte le foreste tropicali e boreali tagliando alberi per fare bioetanolo.

    Da 100 chili di foglie, erba, e potature di alberi di parchi e giardini, si possono ottenere fino a 5 litri di bioetanolo e poi con gli scarti produrre pellet per stufe o cellulosa per carta igienica e dare reddito a centinaia di milioni di persone in tutto il mondo.

    BASTA CON LA DISTRUZIONE DELLE FORESTE, BASTA CON LE ALLUVIONI DOVUTE AL DISBOSCAMENTO SELVAGGIO

    Si tratta di un complotto globale per eliminare con metodi bastardi oltre 3 miliardi di persone

    PER LA MILIONESIMA VOLTA VI COMUNICO ANCHE CHE HO INVENTATO UN METODO PER FARE ACQUA POTABILE CON LA SERPENTINA LOW COST AL PREZZO DI 0,002 AL LITRO ANCHE IN MEZZO AL DESERTO DEL SAHARA

    Non posso frequentare da anni i miei amici, devo vivere in povertà assoluta in semiclandestinità, mi hanno usurpato decine di mie idee vendendo centinaia di milioni di prodotti derivati dalle mie idee.

    Il mondo è dominato da alcune gang che fanno il bello e il cattivo tempo su scala globale.

    Vi ricordo anche che ormai da anni ho confutato la legge di Boyle – Mariotte dimostrando che tutto quello che viene insegnato nelle scuole e nelle università scientifiche è falso e quindi che la setta degli ingegneri scientisti manipola la verità per ottenere decine di miliardi di euro di finanziamenti pubblici.

    Vi prego di intervenire, di iniziare le perquisizioni nelle università, nelle sedi dei media, e di diffondere la notizia che non esiste nessun problema energetico, ma che si tratta di un complotto globale dell’impero britannico eredi dell’Ordine dei Templari

    Domenico Schietti
    comitati-autonomi.blogspot.com

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s